+ + + 03 SMARAGDWEISS IN PROMOZIONE - clicca qui per andare al prodotto+ + +

I MASTRI BIRRAI

DOMANDA:  Che cosa significa il vostro motto “o tutto o niente”?

Daniela:  Se facciamo qualcosa o diamo il massimo o non la facciamo per niente. E questo significa che amiamo il nostro lavoro, sinceramente.

Ci siamo assunti l’impegno di produrre una birra gustosa e completa …

 

D:   Andy, come sei diventato un produttore di birra? 

Andy:  Da autentico figlio dell’Alta Franconia, il mio approccio con la birra e il suo mondo è stato precoce, come del resto è  tradizione nella nostra regione. Non per niente da noi la densità di birrifici è la più alta del mondo.  Ho scoperto il mio amore per la birra di Bamberg quando avevo 14 anni e da allora questa passione non mi ha più abbandonato.

 

D:   E tu, Daniela? Una donna mastro birraio è ancora qualcosa di insolito, fa pensare a lavori pesanti, per lo più maschili, pesi da trasportare, riparazioni di grandi impianti.

Daniela:  In effetti, anche la pulizia dei serbatoi è parte di questo lavoro. E quando l’ho fatto, so cosa ho fatto, specialmente d’inverno quando fa freddo  (ride …).

Con questo mestiere ci sono praticamente cresciuta, sbirciando da dietro le spalle di mio padre tutte le volte che mi è stato possibile. E così ho imparato fin da piccola quanta creatività e fascino sia a produrre birra. Si può sperimentare in continuazione qualcosa di nuovo. Brassare è stato il sogno della mia vita, che ho realizzato e che ho voluto sviluppare ed espandere assieme a mio padre.

 

D:   Andy, qual è stata la tua esperienza più straordinaria in fatto di birre?

Andy:  È stato nel 2012, quando siamo andati in Cina a Xiamen, e lì abbiamo messo in moto un grande impianto per la produzione di birra. È stato il mio incarico più difficile – l’intervento di un birraio della piccola Alta Franconia nella grande Cina. L’attrezzatura c’era tutta, ma non funzionava niente. E poi, naturalmente, non era neanche facile capirsi. Dopo cinque giorni, però, tutto era stato sistemato e avevamo prodotto anche la prima cottura. Alla fine eravamo riusciti a brassare i tipi di birra desiderati.

 

D:   Daniela, si può sapere cos’è una Zoigl?

Daniela: Si tratta di una delle nostre birre più amate, una storica Lager naturalmente torbida, con luppolo proveniente dalle primarie zone di produzione tedesche, maturata per diverse settimane e che possiede una nota particolarmente fruttata e luppolata. La si può bere non solo con il classico spuntino della Franconia, ma anche col Sushi o addirittura con i dolci.

 

D:   Andy, hai vinto non pochi premi: qual è stato, per te, il riconoscimento più importante?

Andy:  È stato nel 2016 con la premiazione come miglior birrificio tedesco al Ratebeer.

Grazie al quel premio siamo stati invitati al Rate Beer Festival di San Francisco durante il quale abbiamo servito la birra della nostra Franconia durante le premiazioni dei migliori birrifici.

 

D:    Daniela, che birra ti piacerebbe provare a produrre, una volta?

Daniela:  Una birra da una donna per le donne. Si sa che le donne sono decisamente più aperte alla sperimentazione e badano non solo al sapore, ma anche al colore di una birra.

 

D:   Andy, qual è stata una delle tue birre più insolite?

Andy: Senz’altro la doppia Rauchbock Affumicator, ma una birra davvero straordinaria sarebbe anche la Black 90, una birra stile RIS Russian Imperial Stout.

Di solito viene fatta con lievito per l’alta fermentazione, che ha la caratteristica di formare aromi completamente diversi durante la fermentazione.

Per questa birra abbiamo invece scambiato il lievito, usando quello per la bassa fermentazione e nonostante ciò abbiamo ottenuto tutti  gli stessi caratteristici sapori, come aromi tostati, caramello, cacao, caffè, cioccolato amaro, liquirizia, frutti come prugne/susine …

 

D:    Daniela, cosa bevi la sera, quando esci?

Daniela:  preferisco sempre bere una birra. Mi piace confrontare altri tipi e marchi, fa parte del mestiere.

Ma quello che mi piace di più, quando a casa mi metto sul divano per riposarmi dopo il lavoro,  è bere una delle nostre birre aromatiche e speziate immaginando nuove creazioni.

 

D:    Andy, com’è veramente lavorare assieme a propria figlia?

Andy:  Daniela mi è stata sempre intorno, fin da piccola. Sono orgoglioso di lei, che abbia seguito le mie orme e che abbia deciso di aprire un birrificio assieme a me. In questo modo possiamo unire il mio sapere con la sua visione innovativa e approcciare così anche le generazioni più giovani. Ma quando è necessario, quello che comanda qui sono io (ride)

 

D:   Daniela, tu cosa ne pensi?

Daniela: (ridendo anche lei) Questo lo chiariremo dopo, a quattrocchi …